Trippa alla Romana: un piatto della tradizione

TrippaAllaRomanaDdiDonna

Oggi voglio condividere con voi una ricetta tipica della cucina Romana, la trippa alla Romana. Esistono moltissime ricette che riguardano questo piatto, ma quella alla romana si differenzia da altre ricette sopratutto per due caratteristiche, il pecorino e la menta!!

Premetto che purtroppo questa volta non avevo i pelati da fare a pezzi e quindi ho dovuto usare la passata, ma il risultato è stato comunque ottimo!

Ingredienti:

  • trippa circa 1 kg
  • pecorino 200 gr
  • carota 1
  • cipolla 1
  • costa di sedano 1
  • spicchio di aglio 1
  • pecorino 200 gr
  • pomodori pelati a pezzi ( io avevo la passata)
  • olio
  • sale
  • pepe/peperoncino
  • vino bianco

Procedimento:

Per prima cosa inizio dicendo che compro la trippa dal mio macellatio di fiducia: è già pulita e prelessata e inoltre me la prepara già tagliata a listarelle. Tutto questo riduce di molto il tempo di preparazione di questo ottimo piatto.

Si inizia con la preparazione del soffritto, tagliando a pezzettini piccoli la cipolla, la carota e il sedano precedentemente puliti e mettendo lo spicchio di aglio pulito ma intero. In un tegame si versa dell’olio con il soffritto e appena inizia a “soffriggere” aggiungiamo la trippa e la lasciamo andare per qualche secondo. Si aggiungono il sale, il pepe, la menta e almeno 100 grammi di pecorino e si mescola bene avendo cura di abbassare la fiamma.

In questa fase vedremo che la trippa inizierà a tirare fuori i suoi liquidi e continuando a mescolare la si deve lasciare andare sul fuoco per circa 20 minuti. Se si dovesse asciugare troppo si può aggiungere un pochino di acqua alla volta. Questo procedimento permetterà alla trippa di insaporirsi per benino. L’importante è che si mescoli ogni tanto per evitare che si attacchi al fondo della pentola.

Passati i 20 minuti si può procedere a sfumare la trippa con il vino bianco, alzando precedentemente la fiamma e continuando a girare fino a che il vino non sarà evaporato. Ora si può aggiungere il pomodoro, come vi ho scritto precedentemente io avevo la passata, ma l’ideale sarebbero i pelati schiacciati con la forchetta. Se necessario si aggiunge un po di acqua e si lascia cuocere a fuoco basso la trippa per almeno un’oretta.

TrippaAllaRomanaPreparaziineDdiDonna

 

Durante questo tempo la si deve mescolare controllando che non si asciughi troppo ( in caso aggiungere un po di acqua alla volta) e verso fine cottura assaggiarla per vedere se è cotta o devono essere prolungati i tempi.  Una volta cotta al trippa non resta che impiattarla ben calda, metterci su un’altra abbondante spolverata di pecorino e servirla come ho fatto io con dei bei crostini di pane. Dimenticavo, la ricetta classica prevede anche i chiodi di garofano da mettere nello stesso momento in cui si aggiunge la menta, ma sinceramente io non  li gradisco molto e quindi non li ho aggiunti.

 

TrippaAllaRomanaPiattoDdiDonna

 

Spero questa ricetta vi sia piaciuta e se volete raccontarci la vostra versioni e farmi qualche domanda come sempre potete farlo qui o sui nostri canali social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.