Iniziano i buoni propositi per l’anno nuovo!

Letture con Barbara anno nuovo

Buongiorno! La settimana scorsa abbiamo parlato di Natale, se ve lo siete perso trovate il link proprio qui: 20 idee regalo alternative

natale senza libri idee regalo

Oggi invece parleremo del nuovo anno! Come? Semplice! Con un libro che ci fornisce uno spunto positivo per i nuovi propositi!

Sto parlando di RICORDATI DI ESSERE FELICE

Ricordati di essere felice D di donna

Autore: Christine Orban

Editore: Piemme
Traduttore: Collodi L.
Data di Pubblicazione: luglio 2011
EAN: 9788856610345
ISBN: 8856610345
Pagine: 205

Vediamo insieme di cosa parla: Marie ha quattordici anni e vive nel paese dei fiori d’arancio, degli hammam, del té alla menta e delle spezie: il Marocco. Ha una vita tranquilla a Fédala, una città di mare dove non succede mai niente, c’è sempre il sole, fa sempre caldo e il mare è sempre azzurro. Le sue giornate si dividono tra la scuola e i pomeriggi in spiaggia con la sua migliore amica Sophie e il fidanzatino Bobby. Marie si annoia; la sua paura più grande è diventare come la mamma: una donna all’antica, senza brio né desideri, adagiata nel suo ruolo di moglie e madre, un po’ grigia, almeno così appare a lei.

Soprattutto a confronto con Fifi, la cugina della mamma. Fifi torna a Fédala solo d’estate, perché vive in Francia. Quando sbarca all’aeroporto, colorata dalla testa ai piedi, a Marie sembra che sia tutta Parigi ad arrivare. L’eldorado dei tacchi a spillo, dei saldi, del traffico a tutte le ore e della Tour Eiffel in trasferta marocchina. “La vita ha senso solo se sei magra e vivi a Parigi” le ripete Fifi, e Marie si vede già proiettata nella città delle occasioni. Ma quando si trasferisce lì per studiare, si rende conto che le cose non stanno esattamente come Fifi le racconta. Tra feste, corteggiamenti, disillusioni, Marie impara il vero significato dell’amicizia e dell’amore. “Ricordati di essere felice” le diceva sempre suo padre. Solo da lontano, Marie capisce che la felicità è come quegli oggetti semplici della cui mancanza ci accorgiamo solo quando li abbiamo persi.

La trama del libro dice praticamente tutto sul perché questo romanzo dovrebbe essere sul comodino di ciascuno di noi.

La scrittrice è di origini marocchine e vive a Parigi e in questo scritto riesce a rendere perfettamente le caratteristiche della vita in questi due paesi così poco lontani eppure tanto diversi. I colori, i profumi, la semplicità e la spensieratezza da un lato, la mondanità, , l’arte, i vizi, le difficoltà e la superficialità dell’altra. Tutte priorità molto contrastanti, che non riescono ad essere  comprese appieno da chi non le vive.

Qui sta la difficoltà di Maria-Lila: nel comprendere cosa lascerà quando dal Marocco si trasferirà a Parigi, dimenticando di seguire la raccomandazione che ogni giorno le ripeteva suo padre:  Ricordati di essere felice.

Maria-Lila si troverà infatti a desiderare di poter andarsene per vivere la stessa vita parigina della cugina Fifi, così ricca di curiosità e di nuove emozioni da non poter nemmeno essere paragonata a quella piatta e monotona che finirebbe per vivere a Fédala, proprio come la madre. Dovrà però ricredersi quando a Parigi scoprirà di non riuscire più a trovare la felicità che aveva nel cuore. Si chiede per quale motivo abbia voluto abbandonare un luogo così povero ma ricco di valori e di radici, le sue radici.

Questo libro ci regala una importante lezione: la felicità è un sentimento tanto astratto e tanto vario quanto semplice. Non sono le grandi cose che riempiono il cuore, bensì le cose di valore, seppur piccole e insignificanti agli occhi degli altri.

Pensi che qualcuno sia più felice su una barca grande che su una piccola? Se questo fosse essenziale per la felicità, allora la vita sarebbe veramente ingiusta, non credi?

Pronti quindi per un 2019 ricco di felicità? Non lasciatevi scappare questo libro e, perché no!? Potrebbe essere una azzeccatissima idea regalo per augurare un felice nuovo anno ad una persona speciale!

Buona lunedì!

Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.