Torte di pannolini: un regalo simpatico ed utile per le neo mamme!

 Ciao a tutte, oggi voglio presentarvi un regalo davvero simpatico e sopratutto utile da fare per le nostre amiche, sorelle, cugine neo mamme: le torte di pannolini.Ebbene si avete capito bene, per una volta non vi darò la ricetta per fare delle torte da mangiare, bensì due piccoli passo passo su come realizzare una torta di pannolini a forma di gufo e un bouquet di pannolini a cui spero farò seguire altri mini tutorial su come realizzare le atre torte che potete vedere nella galleria. In particolare ho reallizzato queste torte per dei cari amici e per la mia cuginetta. La cosa bella delle torte di pannolini è che sono dei regali per le neo mamme al tempo stesso utili e molto carine da vedere. Infatti oltre ai sempre ben graditi pannolini è possibile arricchire queste nappy cakes con dei prodotti per il bagnetto per neonati, vestistini, giocattolini per il bagnetto (torta bagnetto)  o per la spiaggia (torta mare ) oppure prodotti per l’igiene del neonato (torta gufo e bouquet), insomma possono essere arricchite con tutto quello che si vuole. Ma ora passiamo dalle parole ai fatti e vediamo come realizzare la torta di pannolini a forma di gufo. GUFO Occorrente:

  • 44 pannolini
  • spago bianco per legare i pannolini
  • 3 calzini : 2 per le orecchie, 1 per il becco
  • 1 asciugamano per coprire la pancia ( io ho usato quello che viene indicato di solito come “da asilo” e che si trova nei set per l’asilo)
  • 1 bavaglino ( per decorare la pancia)
  • 1 accappatoio a triangolo per fare la testa e le ali ( il mio aveva dimensione 70 x 70, ma va bene qualsiasi ascigamano abbastanza grande da coprire la testa e realizzare le ali)
  • 2 girasoli di plastica per gli occhi

 Procedimento: Per realizzare gli occhi:prendere 9 pannolini e disporli  come a formare una ruota che chiuderemo poi con lo spago. Ripetere lo stesso per fare il secondo occhioPer realizzare il corpo:prendere 18 pannolini e disporli come a realizzare una routa he chiuderemo poi con lo spago.. Usare altri 8 pannolini per riempire il centro della ruota.  A questo punto fissare i 3 pezzi gli uni agli altri  facendo un giro cono con lo spago e annodandoloalla base del corpo. Dall’immagine qui accanto si capisce il procedimento…è piu facile a farsi che a dirsi!!!!        Si puo procedere a questo punto con le decorazioni, iniziando con il coprire la pancia con l’asciugamano e fissandolo allo spago che gira attorno al corpo e alle pieghe dei pannolini. Inserire poi il bavaglino e legarlo sul “collo” tra corpo ed occhi e pieganco un calzino a triangolo realizzare il becco ed inserirlo tra occhi collo e bavaglino.    Per fare la testa e le ali: prendere l’accappatoio e piegarlo lungo la diagonale ottenendo quindi una “striscia” alta quanto lo sono gli occhi e il  corpo e posizionarla come nella figura a formare la testa e le ali.  Fare un giro di spago attorno al collo per fissare l’accappatoio e dare l’effetto del collo. Piegare a triangolo due calzini e posizionarli tra gli occhi e l’asciugamano per formare le orecchie del gufo.        A questo punto il nostro gufetto è quasi pronto mancano solo gli occhi che possono essere realizzati con due girasoli di plastica inseriti al centro delle ruote degli occhi. Per questa torta ho deciso di usare una scatola di cartone rigido, che potrà essere riutilizzata come porta pannolini, per contenere i regali “beaty” per il bebè. Ho scelto dei prodotti della Mustela che sono ottimi e sempre una garanzia di qualità per l’igiene dei nostri bambini.                    Alla fine eccovi la torta confezionata: il gufo davanti e la scatola dietro come sostegno    Nel caso non abbiate dimestichezza con la manualità e la creatività, noi del Team D di Donna, saremo liete di confezionare e spedire queste simpatiche torte per voi, basta contattarci tramite il nostro indirizzo mail info.ddidonna@gmail.com  Alla prossima  Dany  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.