ANZIO: UNA GITA FUORIPORTA…

Alla primavera e alla bella stagione, corrispondono le cosi dette GITE FUORIPORTA, e dato che Pasquetta ci ha regalato una bellissima giornata, non abbiamo perso occasione per organizzarne una. Dato che la Gita fuoriporta, comporta il rientro in serata, è consigliabile trovare una meta non troppo distante, cosi noi Mafferisno abbiamo optato per Anzio.   anzioddidonna1  Anzio è una piccola località di mare situata a circa 60 km da Roma e 26 km da Latina, le sue coste sono bagnate dal mar Tirreno e la sua storia si respira in ogni angolo, numerose sono le ville romane che si trovano lungo la costa, basti pensare infatti che l’antico impero romano assorbì la cittadina, all’epoca capitale dei Volsci, nel suo stato. In queste ville sono state trovate moltissime opere oggi esposte al Louvre come il Gladiatore Borghese oppure L’Apollo del Belvedere conservato in Vaticano.Il luogo in cui si può respirare di più la storia è nel Cimitero Monumentale Inglese, chiamato il Beach Head War Cemetery, dove riposano 1056 caduti, di cui 1053 inglesi, il giardino e le croci marmoree sono disposte in modo ordinato, dando la tensione di tranquillità ed ordine, rispettando in questo modo le vittime dell’atroce guerra che segnò l’Italia e in particolar modo quella zona. Vi consiglio una visita al cimitero, soprattutto se i vostri bambini stanno studiando quel periodo storico, perché vedranno con i loro occhi quante vittime ci sono state in quel periodo, e si renderanno conto che ciò che studiano sui libri sia accaduto davvero. Vi lascio l’indirizzo in modo tale che se vi trovaste da quelle parti potete farci una visita: Via Nettunense, 60, 00042 Anzio Roma Naturalmente abbiamo visitato il cimitero anche con Dodo, certo lui è piccolino e tante cose ancora non le capisce, ma con le giuste parole, ha compreso che le guerre sono sempre sbagliate  e che portano tanta sofferenza. Dopo la visita, abbiamo ripreso il cammino (in auto, perché dista qualche km dal centro di Anzio). Se siete in auto potete tranquillamente lasciarla al parcheggio lunga sosta vicino all’imbarco per Ponza, e da li a piedi potete godervi una delle cittadine più belle del litorale pontino. Passeggiando per il lungomare, abbiamo potuto vedere i pescherecci fermi, in quanto festa, Dodo era molto curioso di vedere le reti con cui pescano il pesce, e ha fatto tante domande, fortuna che c’era Luca che ha saputo rispondere. Passeggiando per il corso, invece si incontrano tanti ristoranti, dove gustare i tipici piatti della cucina locale; di certo non potete non assaggiare la paranza, la frittura di pesce composta da alici, calamari e gamberi, davvero buona e croccante.Io amante dei crudi però non ho resistito e ho preso un assaggio di crudi. Per questo menù così raffinato, ma allo stesso tempo tipico, devo ringraziare il Ristorante Capo D’Anzio e tutto il suo staff per averci accolto senza prenotazione, nonostante la giornata particolare di festa, il servizio è stato ottimo e il cibo a dir poco squisito. anzioddidonna2  Dopo aver mangiato le prelibatezze del ristorante,  abbiamo continuato la nostra passeggiata sul lungomare di Via Porto Innocenziano, dove abbiamo trovato lo stabilimento Dea Fortuna aperto, noi ci siamo rilassati seduti ai tavolini, godendoci quel sole di primavera che tanto ci è mancato in questi mesi freddi, Dodo invece, classico di tutti i bambini maschietti è bastato un pallone di calcio, per organizzare subito una partita fuori casa!!!   Una gita fuoriporta ad Anzio è quello che ci vuole per trascorrere una giornata diversa, respirare aria di mare e mangiare buon cibo. E’ una località in cui si trova storia, tradizione, natura c’è davvero di tutto, senza dimenticare che si raggiunge sia in auto che comodamente in treno. A noi è piaciuta molto, una Pasquetta diversa, scoprendo una nuova località e riposandoci dalle fatiche dei giorni precedenti. Io la consiglio a tutte, famiglie con bambini e non, coppie di amici e mega comitive, vedrete non ve ne pentirete se la sceglieste come meta per una gita fuoriporta!!! E voi dove avete passato Pasquetta? Fateci sapere, tramite la nostra pagina Facebook o il nostro profilo Instagram … Alla prossima Francy  Leggi anche: GITE D’AUTUNNO… CHE VANNO BENE ANCHE IN PRIMAVERA!   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.