D di Donna A spasso per Roma…

Buongiorno a tutte Mie Care, oggi voglio dedicare il post della mia rubrica alla mia città. come avrete scoperto la scorsa settimana, Niki non ha potuto partecipare all’evento beauty, in quanto la distanza incide un pochino, lo stesso per Barbara, diciamo che Roma per loro non è proprio dietro l’angolo, fortuna che c’è Gloria, a tenermi compagnia nella capitale!!! In tal caso, proprio perché le nostre Barbara e Niki, non sono di Roma, in questi giorni, mi sono ritrovata più di una volta a parlare della mia città, e la vulcanica Niki, ha proposto il post per la rubrica di oggi: “Francy parlaci di Roma!!!”  Presto fatto, pronti? Roma è una città che la ami e la odi contemporaneamente, la sua costante è il traffico, noi abbiamo sempre il traffico, a qualunque ora, e questo è il motivo per cui la si odia. La si ama però per la sua bellezza, per la sua storia, e per ciò’ che offe in ogni angolo della sua immensa vastità. Proprio perché è una città immensa oggi vi propongo qualche posticino, un po’ insolito che non sempre si trova nelle guide turistiche. Si sa il Colosseo con i Fori,  San Pietro e i relativi Musei Vaticani con la maestosa Cappella Sistina sono le cose classiche e diciamo anche le più turistiche che si visitano quando si arriva nella città eterna. Da Romana vi posso dire che ci sono altri angoli della città che meritano di essere visitati. GIARDINO degli ARANCI: il Parco in realtà si chiama Parco Savello, sviluppandosi sul colle dell’Aventino, si chiama cosi in quanto nel giardino sono presenti molte pianti di aranci amari, e la sua realizzazione aveva come scopo quello di creare un terzo belvedere, aggiungendosi cosi a quelli del Pincio e del Granicolo, molto caratteristico il Viale dedicato a Nino Manfredi.     BORGO PIO: Come detto prima, San Pietro e i Musei Vaticani, sono tappa “obbligatoria”, trovandovi da quelle parti non potete non fare una passeggiata nel borgo a mio avviso più caratteristico di Roma, è una via che si sviluppa da Porta Castello a Via di Porta Angelica, e il suo nome è dedicato al Papa che la costruì: Papa Pio IV. Suggestivo e particolare è “La Madonella” (foto sopra) un affresco del 700, che rappresenta la Vergine con il bambino. Un altro simbolo del borgo è la Fontana, (foto sotto) anch’essa voluto dal pontefice Pio IX nel 1870.La zona, inoltre, è caratterizzata da tipiche trattorie romane, dove non può mancare l’occasione di assaggiare la tipica cucina romana, e non perché sono di parte, ma vi posso garantire che ne vale avvero la pena. Questa è una parte di Roma che io amo particolarmente, anche perché nelle immediate vicinanze, c’è una bellissima via di shopping, Via Cola di Rienzo, cosi tra una compera e l’altra, camminando camminando si arriva nella famosissima Piazza del Popolo.          Ultimo punto, ma non per importanza anzi, l’ho lasciato per ultimo perché per me, è uno dei punti di Roma più belli che possono esistere, Via Nicolo’ Piccolomini, non è mai stato svelato se il segreto questa via, è dovuto ad un urbanista all’avanguardia oppure il tutto sia uno scherzo del destino. Qui si crea un effetto ottico che sfido qualunque città ad averlo. La via si trova nei pressi del Granicolo, è lunga 300 mt e ci sono solo case ed appartamenti extralussuosi. Dov’è la particolarità, vi starete chiedendo. La sua particolarità che alla fine della via (pianeggiante) si può godere di una vista su Roma, con tanto di Cupola di San Pietro, ma attenzione: più vi allontanerete dalla Cupola, più essa si farà grande e non piccola, e viceversa, più vi avvicinerete al belvedere, più la cupola si farà piccola, sfidando tutte le leggi della fisica e non solo!    Mie Care, se le mie colleghe dovessero venire un giorno a Roma, io farei visitare loro questi tre angoli di Roma, per me sono i tre orgogli di Roma, una città troppe volte derisa, troppe volte con fango e problematiche gettatele addosso, di cui alcune create dalla città stessa e da noi cittadini, vivendoci è più facile vedere le cose negative e le difficoltà  che una città cosi immensa può generare. Ci sono delle volte però, che ci si ferma, si respira e ci si prende una giornata per godersi le bellezze che una città come Roma può offrire, perché è vero io amo viaggiare, mi piace scoprire culture e tradizioni diverse da quelle che vivo quotidianamente, ho visto tanti monumenti, di civiltà antiche, che nonostante tutto hanno creato e dato vita a bellezze che possiamo ammirare ancora oggi, basti pensare alla piramide di Kukulkan a Chichen Itza in Messico, o alla Sfinge in Egitto per citarne alcuni,  ma il fascino della città eterna è davvero difficile ritrovarlo nel mondo.   Spero che il mio piccolo tour per Roma vi sia piaciuto. Voi avete dei posti del cuore della vostra città? Fateci sapere al nostro gruppo Facebook Il Salotto D di Donna, oppure via mail info.ddidonna@gmail.com Alla prossima  Francy      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.