LA NOSTRA ESTATE…

Eccoci di nuovo tra noi, mie Care Donnine! Come avete trascorso le vostre vacanze? Spero tutto bene, anzi colgo l’occasione che chiunque di voi voglia raccontarci come ha trascorso l’estate, può farlo al nostro indirizzo mail info.ddidonna@gmail.com      Come ho trascorso l’estate, invece voi lo sapete bene, siete state in molte che avete seguito la nostra avventura thailandese, e vi ringrazio di cuore. Un viaggio organizzato all’ultimo momento, proprio perché avevamo nostalgia dei nostri viaggi lunghi, ci mancava il jet-leg, ci mancava sperimentare una cultura diversa dalla nostra, avevamo voglia di esplorare e vedere posti nuovi, cosi via in Oriente.Sono stati 15 giorni pieni di noi, intensi e molto molto caldi e umidi… Per questo viaggio, avevamo i voli prenotati con la Thai Airways, una delle compagnie più belle che abbia mai preso per viaggiare, posti spaziosi, e schermi touch, con una varietà di film e cartoni. Personale gentilissimo, ed un occhio di riguardo ai bambini, cosa che nel mio caso non guasta mai!!! Siamo atterrati a Bangkok, tra le primi luci dell’alba e già dal finestrino dell’aereo si può notare quanto sia estesa la città, basti pensare che la sua estensione è di 1568 km2, rendendola una delle città più grandi e fatemelo dire, più trafficate del mondo. Considerate, infatti di muovervi sempre con largo anticipo nella capitale, perché c’è traffico a qualunque ora! Arrivando di mattina, avevamo una giornata intera per iniziare il nostro viaggio, ma come ben saprete Dodo era con noi, e per via del jet leg, in aereo non aveva dormito molto, cosi ne abbiamo approfittato per recuperare qualche ora di sonno, ma prima di pranzo eravamo tutti svegli, pronti per esplorare la città. Alloggiavamo presso il Mandarin Hotel, la sua posizione è strategica, nel senso che si trova nelle vicinanze di tutto ciò’ che può essere visitato a Bangkok, abbiamo iniziato il nostro viaggio, recandoci al centro commerciale MBK, soprattutto perché il piccolo viaggiatore aveva fame, ma ci siamo recati li, con il Tuc Tuc, i tipici taxi thailandesi, a tre ruote, alcuni sono molto basic, altri invece fluorescenti e colorati. Dopo la sosta nel centro commerciale e un panino da McDonald, ci siamo recati a Chinatown, che dire, non è la prima volta che visito un quartiere cinese, eppure, quando entri nel loro ghetto, sembri proprio di essere in una delle loro città, è incredibile come tutto si trasforma, dalle scritte, alle insegne, passando per i prodotti tipici della loro cucina, e questo purtroppo è un po’ un tasto dolente: purtroppo tra il caldo e il cucinato, l’odore era insopportabile, però noi siamo dell’idea che tutto fa esperienza! Per cui, nonostante l’odore forte, abbiamo visitato Chinatown fino alla fine, mercati inclusi, non il tempio però, poi scoprirete perché! Dopo questa lunga passeggiata, qualcuno reclamava un bagno in piscina, cosi di nuovo nel tuc tuc, direzione hotel, e dritti a tuffarci in piscina, perché l’umidità stava davvero salendo, e poi la mattina dopo ci aspettava una bellissima escursione.  La mattina dopo, avevamo programmata l’escursione Royal Grand Palace and Bangkok Temples, un’escursione che consiglio a tutti, in quanto, abbiamo capito, due cose del popolo thailandese: la prima è che hanno un rispetto ed un’ammirazione per la loro famiglia reale, soprattutto del re, scomparso lo scorso ottobre. La seconda è che sono un popolo molto molto devoto, basti pensare che i loro templi, sono costruiti grazie alle donazioni del popolo, e che due volte al giorno, alle 11 di mattina e alle 18, la gente porta cibo e vestiti davanti ai templi, per i loro monaci buddisti e le persone meno fortunate.Abbiamo iniziato il nostro tour, di mattina presto, sia per via del caldo, sia perché, siamo capitati, nel weekend, in cui si festeggiava il compleanno della Regina, e gran parte del popolo thai, era a Bangkok a renderle omaggio. Iniziammo visitando il tempio cinese (rieccoci di nuovo a Chinatown), con il loro tempio, vi lascio la foto, in modo che potete vedere voi stessi, la bellezza del Buddha. Dal Tempio Cinese, siamo passati al Palazzo Reale, in cui si trova il Tempio più sacro per la religione Buddhista: Il Tempio del Buddha di Smeraldo, il nome completo del Tempio è “Wat Phra Kaew” all’interno di esso chiuso in una teca si trova il Buddha, l’unico costruito in pietra, e le sue vesti vengono cambiati dal Re in persona, o da un suo funzionario, e il cambio vesti avviene il primo giorno di luna calante, ovvero marzo, luglio e novembre, periodi che coincidono anche con il cambio delle stagione thai.   Durante la visita del Palazzo Reale e i Vari Templi, abbiamo dovuto rispettare due regole: la prima è che bisogna indossare pantaloni lunghi, indipendentemente se si è uomini o donne, e grandi e piccini, la regola vale per tutti, e inoltre, bisogna avere spalle coperte, meglio quindi una maglietta a maniche corte, se invece avete tatuaggi vistosi sulle braccia, sarebbe opportuno indossare qualcosa a maniche lunghe, in quanto i tatuaggi vengono visti come una mancanza di rispetto verso il Buddha.Infine, ma non per importanza, sempre nel complesso del Palazzo Reale, abbiamo potuto ammirare, Il Tempio del Buddha Dormiente o Sdraiato (ma loro preferiscono dire dormiente) conosciuto anche come “Wat Pho” famoso sia per la sua statuaria bellezza, da mozzare veramente il fiato, ma anche perché nelle immediate vicinanze, si trova la prima scuola thailandese di massaggi, e devo dire che i loro massaggi, sono davvero eccezionali, ed una volta che inizi, è davvero dura rinunciarci! Io personalmente ho provato sia quello Thai, che quello spalle e schiena, e non volevo più uscire dal centro, sarei rimasta li ore ed ore…Per concludere il discorso Buddha Dormiente, la statua è lunga 46 mt e alta 16 mt. Il corpo è rivestito d’oro, gli occhi e i piedi sono decorati in madreperla, mentre nelle piante dei piedi, sono raffigurate 108 scene augurali, abbellite con conchiglie in stile cinese ed indiano.I muri del tempio invece, sono dipinti tutti a mano, e rappresentano scene degli annali dei Ceylon, e ritratti dei discepoli di Buddha. E’ cosi maestoso che mi ha emozionato, sono rimasta senza parole nel vederlo, e credetemi che per me è dura non riuscire a parlare, ma la sua bellezza è qualcosa di indescrivibile.  La nostra escursione è terminata all’ora di pranzo, ma avrei continuato tutto il giorno ad ascoltare le loro tradizioni ed ad ammirare i loro luoghi sacri. Voi vi chiederete se siamo riusciti a fare tutto ciò’ in presenza di Dodo, e io vi dico di si, all’inizio non era propio entusiasta di fare l’escursione, e anche la guida, non si aspettava la presenza di un bambino, invece poi ha iniziato ad interagire, facendo anche delle domande alla guida, certo domande di un bambino di quasi 6 anni, come quando vedeva delle statue particolari o quando doveva togliersi le scarpe per entrare ai templi, voleva sapere il perché, ma la cosa che lo ha appassionato di più, è stato quando ha visto delle bambine che provavano la tipica danza thailandese, lì è rimasto incanto, perso tra quei passi di danza e quelle melodie, insomma anche Dodo non ci ha deluso! Il pomeriggio ci siamo rilassati po’ in piscina, sempre perché il caldo era opprimente, e poi passeggiata per la zona Siam e cena in uno dei molteplici ristoranti che ci sono nella zona. La mattina dopo alle 7 ci aspettava il transfer per l’aeroporto, destinazione Koh Samui, ma questa ve la racconto un’altra volta, perché mi sono innamorata di quest’isola!!! Colgo l’occasione per ringraziare Jacopo, collaboratore dell’agenzia che ha organizzato tutto, la InnViaggi Asia, l’escursione è stata meravigliosa, la guida eccellente, preparata,professionale, e molto disponibile, soprattutto con le domande di Dodo!!! Ci vediamo tra qualche giorno che vi racconto delle Isole Koh Samui e Koh Phangan, organizzate sempre da loro, alla prossima!!!! Francy   Leggi anche: https://www.ddidonna.com/single-post/2017/05/05/THAILANDIA-UNA-TERRA-DI-MERAVIGLIE              

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.